lunedì 22 aprile 2013

Napolitano lancia il governo di larghe intese

Napolitano lancia il governo di larghe intese:
Con l’autorevolezza che certo non gli difetta, Giorgio Napolitano ha lanciato un appello davanti alle Camere riunite all’intesa fra le diverse forze politiche perche’ diano vita a un governo di compromesso. Ha aggiunto -non che ce ne fosse bisogno- il richiamo al fatto che la sua stessa ricandidatura si configura quale premessa di un tale incontro. Chiaro che si stava rivolgendo soprattutto alla sinistra dell’emiciclo, la “sua” parte politica rimasta orfana di leadership e in preda a grave sofferenza. Ma lo ha fatto ancora una volta senza riconoscere o spiegare l’insuccesso del suo primo tentativo di larghe intese: il governo Monti tuttora in carica. E’ il limite del suo pur nobile progetto. Temo che il suo appello produrra’ un’adesione trascinata ma non convinta del Pd al governo con il Pdl. E che ne conseguiranno insuccessi nella gestione della crisi nonche’ fratture ulteriori a sinistra. Cio’ proprio nel giorno in cui si arresta l’onda lunga grillina, rivelatasi incapace di andare al di la’ di un generico esercizio propagandistico all’interno del Parlamento

Nessun commento:

Posta un commento